Мельничук Максим Петрович - уролог, онколог
Close

È compito del funzionario effettuare le chiamate di giudizio.

È compito del funzionario effettuare le chiamate di giudizio.

Grande attenzione è stata posta alla sicurezza durante tutta la lezione, ma soprattutto durante l’apprendimento delle trottole, quindi abbiamo trascorso un po’ di tempo lavorando per stabilire una presa adeguata, imparare il corretto posizionamento delle spalle per proteggere i delicati muscoli dell’articolazione della spalla e imparare ad atterrare correttamente da ciascuna rotazione per garantire la sicurezza delle ginocchia e delle caviglie.

Se qualcuno mi avesse mai detto che stavo girando intorno a un palo e sembrava che sapessi cosa stavo facendo, non gli avrei mai creduto. Ma l’ottima istruzione dell’insegnante insieme alle piccole dimensioni della classe e alle mosse fondamentali facili da imparare mi hanno dimostrato che mi sbagliavo. La mia esperienza con questa lezione di pole fitness non è stata solo divertente, ma anche rafforzante e umiliante, poiché ha sfidato la mia forma fisica in un modo completamente nuovo (diciamo solo che l’ho sicuramente sentito tra le braccia e le spalle il giorno successivo)! Sebbene inizialmente pensassi che questa lezione avrebbe avuto un forte focus cardio a causa delle parole “danza” e “coreografia” nel titolo, i movimenti che abbiamo esplorato si sono concentrati molto sulla forza, in un modo molto diverso dal semplice sollevamento pesi a la palestra. Abbiamo trascorso una notevole quantità di tempo concentrandoci sulla meccanica corretta e analizzando davvero le mosse, rendendola una classe adatta a quasi tutti i livelli di abilità. Il ritmo della classe non era quello con cui qualcuno avrebbe faticato a tenere il passo, e c’erano una varietà di modifiche e progressioni offerte per rendere ogni mossa più facile o più difficile, a seconda del tuo livello di abilità.

Se stai cercando un modo divertente per essere fisicamente attivo mentre ti concentri sul miglioramento della coordinazione, dell’equilibrio, della resistenza, della flessibilità e della forza, allora il pole fitness potrebbe fare al caso tuo. Se gli elementi più sensuali che accompagnano questo stile di classe, come provare mosse come “bottino in su” e ruotare i fianchi ti fanno sentire più impacciato di quanto non facciano, allora questa potrebbe non essere la classe per te. La verità è che non devi essere un ballerino esotico per avere successo in una classe basata sul palo: tutto ciò di cui hai bisogno è un grande atteggiamento e il desiderio di divertirti mentre ti alleni (nota per te stesso: questo significa controllare il tuo ego alla porta).

In conclusione: una citazione che amo è “ogni risultato inizia con la decisione di provare” e non potrei pensare a un modo migliore per riassumere la mia esperienza di lezione di pole fitness. La sensazione di girare con successo (e con relativa grazia) intorno al palo non solo ti farà divertire, ma ti farà anche sentire sicuro. Non sarebbe stato possibile se non avessi mantenuto una mente aperta nel provare questo stile di lezione. Il mio consiglio è di mettere da parte ogni preconcetto che potresti avere su ciò che puoi e non puoi fare, e non aver paura di sentirti un po’ https://prodottioriginale.com/ sexy… e ovviamente sudare!

Con l’inizio dei campionati sportivi giovanili estivi, è importante che i genitori si concentrino sull’aspetto più importante dell’atletica giovanile: come farli divertire! I dati di un recente sondaggio pubblicati da i9 Sports hanno rilevato che su 300 bambini di età compresa tra 8 e 14 anni, uno sbalorditivo 84% ha dichiarato di aver smesso o di voler smettere di fare sport. Come mai? Il sondaggio ha rivelato che il 47% dei bambini riteneva che lo sport non fosse divertente, anche se il 56% dei bambini intervistati ha dichiarato che la ragione principale per praticare sport era proprio questo: divertirsi.

Allora, dove è finito tutto il divertimento? Secondo il 36% dei bambini intervistati che hanno riferito di aver assistito a una lotta verbale tra i genitori durante i giochi e il 31% che desiderava che gli adulti non guardassero i loro giochi, sembra esserci un tema comune: i genitori. Segui queste cinque semplici “regole” i genitori come te possono aiutare a riportare il divertimento negli sport giovanili.

Regola n. 1: libera tuo figlio dall’intera esperienza il prima possibile

Non appena sai che tuo figlio è fisicamente ed emotivamente al sicuro, uno dei migliori doni che puoi fargli è lasciare che l’attività diventi sua assumendo piccoli spostamenti di responsabilità. “Lasciare” tuo figlio alla squadra, allo sport e all’allenatore significa affidargli il suo destino atletico invece di cercare di controllarlo. Tutti i successi e tutte le lotte che derivano dalla partecipazione allo sport sono loro. Essere lì per supportare e incoraggiare, ma facendo un passo indietro, consente agli atleti di assumersi maggiori responsabilità e responsabilità per la loro esperienza. Sviluppare relazioni sane e positive con altri adulti aiuta la loro crescita e fiducia, quindi sii grato per quegli adulti al di fuori delle nostre famiglie che camminano al fianco dei nostri figli con noi. 

Regola n. 2: comportamenti modello che ci aspettiamo che esemplifichino  “I giovani hanno bisogno di modelli, non di critiche”. – Giovanni Legno.

Dimostra costantemente i comportamenti che vuoi che tuo figlio impari da questa esperienza. Rispetta gli altri. Vincere e perdere con uguale grazia. Sii un modello di equilibrio e fiducia. Sii il volto che il tuo atleta ha bisogno di vedere durante la competizione. Quando i genitori incolpano o si lamentano di funzionari o allenatori, probabilmente stanno sollevando un pretesto per giustificare. Anche se può aiutarti a sfogarti, ricorda che non è mai un bene per l’atleta quando i genitori sono critici nei confronti di allenatori o funzionari. Che tu sia d’accordo o in disaccordo, impara ad accettare il giudizio degli arbitri e degli allenatori. Accetta i risultati di ogni partita. Non cercare scuse. E sii un esempio per tuo figlio rimanendo fisicamente attivo per tutta la vita.

Regola n. 3: sii consapevole delle tue parole, reazioni e linguaggio del corpo

Tuo figlio non dovrebbe mai guardarti in cerca di approvazione quando è in competizione, ma se lo fa cosa vedrà? L’ultima cosa di cui un giovane atleta ha bisogno durante una partita è preoccuparsi che i genitori siano turbati o stressati per la loro prestazione. Tutto ciò che facciamo che li farebbe sentire come se il loro valore per noi fosse in qualche modo legato alle prestazioni atletiche o ai risultati dei giochi, buoni o cattivi, ha effetti negativi a lungo termine sulla maggior parte dei bambini. Vincere o fare bene non significa che siamo genitori migliori o che a loro sia garantito una vita di maggior successo. C’è una linea sottile tra coinvolgimento e interferenza e tra incoraggiamento e pressione. L’atleta lo sente.

Regola n. 4: smetti di librarti e di volere che tutto vada alla perfezione

C’è solo una garanzia in ogni stagione sportiva: non sarà perfetta. Lascia andare la perfezione e il desiderio di salvarli da ogni problema. Le difficoltà sono o opportunità per i bambini di perseverare e crescere, o opportunità per noi di “salvarli”. Lascia che siano responsabili della propria borsa. Se dimenticano le scarpe o la maglia, probabilmente non accadrà mai più. L’atletica fornisce un luogo in cui possiamo “tagliare il cavo”. Non cercare di appianare tutte le asperità della strada. Lasciali crescere dando loro la possibilità di capire le cose. Risolvendo tutto per loro, il messaggio per loro è che non pensi che possano gestire situazioni difficili. Dai loro gli strumenti e poi lascia che diventino un risolutore di problemi. Non c’è posto migliore dell’atletica leggera per imparare a correre rischi salutari e fallire. Lascia che si assumano i rischi naturali legati allo sport senza preoccuparsi. Insegna loro che il fallimento fa parte dell’esperienza e non significa che siano un fallimento. Incoraggia una sana assunzione di rischi e poi lasciali vivere con i risultati. Una programmazione eccessiva e una gestione eccessiva possono creare più stress e ansia, danneggiare le prestazioni e, in definitiva, eliminare il divertimento dal gioco. Inoltre, evita la naturale tendenza a criticare il gioco. Dimostrare rispetto dando all’atleta tempo e spazio dopo la gara. Meno spesso dai un consiglio, più è probabile che lo chieda.

Regola n. 5: dei quattro ruoli: scegline uno

In ogni competizione atletica ci sono solo quattro ruoli: giocatori, allenatori, spettatori e funzionari. Prima di arrivare al gioco, è meglio per l’atleta che tutti scelgano uno di quei ruoli. Cercare di far funzionare bene la squadra è responsabilità degli allenatori e dei giocatori. È compito del funzionario effettuare le chiamate di giudizio. Il genitore può contribuire essendo un incoraggiatore e un costruttore di fiducia. Non è tua responsabilità cercare di vincere o influenzare l’esito della partita dagli spalti.

Seguire questi semplici consigli ti aiuterà a diventare parte integrante della creazione di bei ricordi atletici per tuo figlio, consentendogli di stabilire una relazione positiva con l’attività fisica in modo che possa continuare a incorporarla per tutta la vita.

Per altre fantastiche idee su come mantenere i bambini fisicamente attivi e divertirsi sia dentro che fuori dal campo, visita la sezione ACE Youth Fitness e aiuta i tuoi figli a sviluppare abitudini sane per la vita.

L’attività fisica è un’importante abitudine di salute durante ogni decennio di vita. Sfortunatamente, meno di un americano su quattro soddisfa le attuali linee guida sull’attività fisica di 150-300 minuti di attività fisica di intensità moderata o 75-150 minuti di attività fisica aerobica di intensità vigorosa combinata con almeno 2 sessioni di attività di rafforzamento muscolare a settimana. Inoltre, le donne hanno meno probabilità degli uomini di svolgere la quantità raccomandata di attività fisica. Continua a leggere per scoprire perché l’attività fisica è fondamentale per la salute delle donne nel corso della vita.

Fitness a 20 anni: concentrati sul mantenimento di ossa sane

Le nostre ossa forniscono una struttura protettiva per i nostri corpi. L’osso è un tessuto vivente e durante l’infanzia e l’adolescenza viene spesso aggiunto nuovo osso allo scheletro. Questi “depositi” consentono alle ossa di diventare più forti e pesanti. Per la maggior parte delle persone, il picco di massa ossea, che è la quantità massima di ossa che una persona avrà mai, si verifica nella terza decade di vita. Una volta raggiunto il picco di massa ossea, diventa più probabile il riassorbimento osseo, che è il processo di perdita di massa ossea a un ritmo più rapido di quanto si forma. Rispetto agli uomini, le donne sono colpite in modo sproporzionato da malattie degenerative ossee come l’osteoporosi.

L’Istituto nazionale di artrite e malattie muscoloscheletriche e della pelle incoraggia comportamenti di stile di vita come consumare cibi ricchi di vitamina D e calcio ed evitare il fumo e l’assunzione eccessiva di alcol per ridurre il rischio di perdita ossea e malattie degenerative delle ossa. L’esercizio è anche un fattore chiave per la salute delle ossa. Puoi attenuare il processo di degenerazione ossea includendo esercizi con pesi nella tua routine di attività fisica. La camminata veloce, l’escursionismo, il salire le scale, il sollevamento pesi e gli sport ad alto impatto come il tennis sono tutte ottime attività per mantenere e migliorare la salute delle ossa.

Fitness a 30 anni: raggiungi una salute cardiovascolare ideale

Le malattie cardiache sono la principale causa di morte a livello globale sia per gli uomini che per le donne. Tuttavia, le donne hanno esiti di salute peggiori dopo infarto e diagnosi di malattie cardiovascolari. I ricercatori stanno lavorando per capire come e perché le malattie cardiache colpiscono uomini e donne in modo diverso, ma la maggior parte crede che le ragioni siano molteplici e includano fattori legati alla tempistica della diagnosi, all’esposizione al fumo di prima e seconda mano nel corso della vita e al riconoscimento di sintomi di malattie cardiache. Come molte altre malattie croniche, le malattie cardiache si sviluppano nel tempo e spesso senza molti segni premonitori. L’attuale strategia dell’American Heart Association per ridurre il rischio di tutte le malattie cardiovascolari si concentra su sette parametri comportamentali e fattori di salute per raggiungere una salute cardiovascolare ideale. Queste metriche includono:

Comportamenti

Non fumareAttività fisica sufficienteUna dieta salutareUn adeguato bilancio energetico e un peso corporeo sano

Fattori di salute

Colesterolo totale ottimale senza farmaciPressione sanguigna ottimale senza farmaciGlicemia ottimale a digiuno senza farmaci

La salute cardiovascolare ideale è la chiave per ridurre il rischio di malattie cardiache. Dare priorità alla tua salute cardiovascolare quando hai 30 anni può ridurre il rischio di malattie cardiache più avanti nella vita.

Fitness a 40 anni: mantieni la massa muscolare magra

La sarcopenia, o perdita muscolare legata all’età, inizia intorno ai 40 anni e continua a un ritmo di circa 5 libbre per decennio. È facile preoccuparsi eccessivamente dell’estetica della perdita muscolare, come l’aumento di peso e i cambiamenti nelle dimensioni e nella forma del corpo, ma la questione più importante è la capacità funzionale. Quando perdiamo troppi muscoli, diventa difficile svolgere le attività della vita quotidiana senza assistenza (ad esempio, raggiungere, sollevare e mantenere l’igiene personale).

Mentre la saggezza convenzionale ha portato molti a credere che la perdita muscolare sia una parte normale dell’invecchiamento, la letteratura scientifica sull’esercizio suggerisce il contrario. Ad esempio, uno studio trasversale su atleti ricreativi di età compresa tra 40 e 80 anni non ha rilevato perdite significative di massa muscolare e funzionalità tra coloro che si esercitavano regolarmente. Per migliorare la forma muscolare e prevenire la perdita muscolare, esegui da due a tre sessioni di allenamento di resistenza alla settimana che colpiscono tutti i principali gruppi muscolari. Concentrati sull’esecuzione di esercizi multiarticolari e sul raggiungimento dell’equilibrio prendendo di mira sia i gruppi muscolari agonisti che quelli antagonisti (ad es. Quadricipiti e muscoli posteriori della coscia).

Fitness a 50 anni: rimani in forma e attivo durante la menopausa

Menopausa, che si verifica quando le ovaie smettono di produrre estrogeni e una donna smette di avere periodi mestruali. L’età media di esordio è di 51 anni. Oltre ai cambiamenti ormonali e riproduttivi, molte donne riferiscono cambiamenti nelle loro abitudini di sonno e nei livelli di energia durante questo periodo. L’American College of Obstetricians and Gynecologists raccomanda un regolare esercizio fisico come parte di uno stile di vita sano per gestire alcuni dei disagi e dei cambiamenti relativi alla salute che possono accompagnare la menopausa. Gli esercizi mente-corpo come lo yoga e qualsiasi altro tipo di esercizio che migliori il benessere soggettivo possono essere particolarmente utili.

Fitness a 60 anni: esercizio per prevenire le cadute

I baby boomer, nati tra il 1946 e il 1964, sono più attivi dei loro genitori alla loro età. Questa è una buona notizia, perché come hai letto, l’attività fisica è una delle abitudini più importanti che puoi adottare per mantenere la salute e la qualità della vita per tutta la durata della vita. Nella settima decade di vita, la prevenzione delle cadute diventa fondamentale. Un anziano su quattro cade ogni anno e, dopo i 65 anni, le cadute dannose sono una delle principali cause di morte e disabilità e le donne corrono un rischio maggiore di cadute rispetto agli uomini.

I programmi di prevenzione delle cadute dovrebbero includere esercizi neuromotori che mettono alla prova l’equilibrio e la coordinazione, migliorano la forma muscolare e allenano l’andatura. Clicca qui per saperne di più su come incorporare l’allenamento per l’equilibrio nella tua routine di allenamento.

Interessato ad aiutare gli altri a vivere una vita più sana e più felice? Diventa un allenatore della salute certificato ACE

Ottieni la certificazione

Quando guadagni una nuova credenziale, l’opportunità di espandere e far crescere la tua carriera, o addirittura cambiare carriera, può essere sia eccitante che stimolante. Può anche sembrare un po’ scoraggiante e opprimente, ma ci sono dei passi che puoi intraprendere per assicurarti il ​​tuo nuovo ruolo e affermarti come professionista nel campo del coaching sanitario. Ora che hai svolto il duro lavoro di superare l’esame e ottenere la certificazione, è tempo di iniziare a costruire una pratica fiorente.

1. Stabilisci obiettivi. C’è un motivo per cui hai scelto di perseguire una certificazione di allenatore della salute. Pensa a dove vuoi portare quell’istruzione e formazione e come vuoi crescere sul campo. Vuoi lavorare esclusivamente con i clienti? O ti vedi anche scrivere o presentare e insegnare? Disegna un piano da tre a cinque anni per aiutarti a determinare i tuoi prossimi passi.